Tipi di lampadine: come illuminare la tua casa

Pubblicato : 28/06/2019 18:25:50
Categorie : Approfondimenti

Tipi di lampadine: come illuminare la tua casa

Per soddisfare le tue abitudini e le tue necessità in modo appropriato scegli la lampadina giusta

La luce è necessaria per il nostro equilibrio e la nostra salute. Giorno dopo giorno e insidiosamente, la mancanza di luce naturale in una casa ha ripercussioni immediate sul morale dei suoi abitanti: malessere quotidiano, irritabilità, calo di concentrazione, diminuzione della motivazione e stanchezza permanente si fanno dunque sentire. Una casa male illuminata è una casa mal vissuta. Quando mancano finestre o aperture adeguate l'atmosfera è buia, ostile e piuttosto fredda. Ecco perché è importante studiare il modo corretto per portare luminosità e creare un senso di benessere e comfort anche attraverso l'illuminazione artificiale. L'illuminotecnica offre oggi molte soluzioni per illuminare e, al tempo stesso, arredare le nostre abitazioni: lampadari, lampade da terra, lampade da tavolo, plafoniere o applique, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Ma una volta scelto l'apparecchio che fa al caso nostro quale lampadina installare? Quali sono i tipi di lampadine che offre attualmente il mercato e come sceglierli? 

Strategie d'illuminazione

L'illuminazione condiziona molto l'atmosfera di un ambiente, pertanto, deve soddisfare sia le esigenze degli abitanti che lo vivono che lo stile della casa. Affinché l'illuminazione di una stanza sia appropriata bisogna tenere in considerazione la destinazione d'uso del locale, la sua ampiezza, nonché la disposizione delle sorgenti di luce naturale, come le finestre ed altre eventuali aperture.

Anche la disposizione della stanza, la scelta dei mobili, delle decorazioni, dei colori e dei materiali usati permettono di ottimizzare la luminosità dell'ambiente ridisegnandone l'atmosfera e dando la sensazione di spazio e profondità. Pensiamo, ad esempio, ad ambienti come la cucina o il bagno dove è richiesta la massima illuminazione per una visibilità ottimale.

L'illuminazione generale è fondamentale poiché ha lo scopo di illuminare la stanza nel suo insieme: serve a vedere, a vedersi, ma anche ad orientarsi in quel determinato spazio. Molto spesso è fornita da un apparecchio a soffitto per garantire una luce omogenea nella stanza e per ridurre ombre e contrasti, mentre l'illuminazione funzionale, essenziale per gli occhi durante attività specifiche, solitamente è data da un fascio di luce intenso e concentrato, fornito, ad esempio, da una lampada da tavolo, rivolto direttamente all'oggetto da illuminare.

Che tipo di illuminazione scegliere

In commercio esistono diversi tipi di illuminazione, il tutto sta nell'adattarli ad ogni situazione e, oltre al fattore estetico e decorativo, valutandone temperatura, colore, ma soprattutto consumo energetico

Principalmente sono suddivisi in quattro categorie:

  • diretta: è la luce che irradia tutta la stanza, solitamente posizionata centralmente;
  • indiretta: è una luce diffusa che viene proiettata su una superficie (muro, soffitto, finestra) che la riflette, l'illuminazione prodotta è morbida e diffusa, ideale per un'atmosfera rilassante;
  • radiante: è la luce che viene diffusa ovunque;
  • focale: è una luce che viene focalizzata su un punto specifico, ad esempio sopra un tavolo, una scrivania, un'isola della cucina o un angolo bar.

Vantaggi e svantaggi dei vari tipi di lampadine in commercio

Scegliere il giusto modello di apparecchio per la tua illuminazione d'interni non basta, è necessario dotare ciascun punto luce di una lampadina adatta e potente, nonché di un flusso luminoso anche nel rispetto del risparmio energetico.

Indipendentemente dal tipo e dal materiale di cui sono fatte, è importante scegliere lampade che soddisfino i diversi standard di sicurezza. Per questo, la marcatura CE, è garanzia di qualità. Inoltre, tieni sempre in considerazione le etichette energetiche che danno le dovute informazioni sul consumo energetico del tuo apparecchio, secondo una classificazione che va da A ++ (molto efficace) a E (inefficiente). Scegliere una lampada di classe bassa pensando di risparmiare sull'acquisto iniziale, si rivelerà presto molto più costosa nel tempo e sulla bolletta elettrica.

Attualmente, in commercio, esistono principalmente quattro tecnologie di lampadine: lampadine a incandescenza, lampadine alogene, lampadine a basso consumo e lampadine a LED. Per scegliere tra questi diversi modelli, è necessario tenere conto di diversi elementi: durata, fragilità, prestazioni e efficienza della luce, colore della luce, prezzo di acquisto.

Vediamo insieme le caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi di ciascun tipo:

  • lampadine ad incandescenza: fino a pochi anni fa rappresentavano le lampadine per eccellenza, oggi in commercio non se ne trovano più, ma in casa ne abbiamo ancora tutti qualcuna. Nonostante la loro luce calda, l'accensione istantanea ed il prezzo competitivo, sono ormai ritenute troppo fragili, hanno una bassa emissione luminosa (12 lm/W), vita breve (circa 1.000 ore) e consumano troppa energia; 
  • lampadine alogene: anche questo tipo di lampadina fornisce una luce calda ed istantanea, inoltre può funzionare con un dimmer. Tuttavia, la loro efficienza è nella media, forniscono una bassa emissione luminosa (da 20 a 40 lm/W), la durata è ancora breve (circa 3.000 ore) e consumano abbastanza;
  • lampadine a basso consumo: chiamate anche lampadine fluorescenti compatte, per un prezzo moderato, hanno una buona resa luminosa (60 lm/W), consumano poco e durano più a lungo (da 6.000 a 15.000 ore). Tuttavia, hanno un'accensione piuttosto lenta e bassa resistenza ai cicli di accensione/spegnimento, inoltre contengono sostanze non riciclabili come il mercurio e producono emissioni di UV;
  • lampadine a LED (diodi ad emissione luminosa): ad oggi, sono le lampadine più consigliate perché consumano pochissima energia elettrica e possiedono un'eccellente resa luminosa (100 lm/W). Il loro prezzo di acquisto è superiore a quello delle lampade fluorescenti compatte ma la loro durata è molto più lunga (oltre 15.000 ore) e sono anche riciclabili. Inoltre, hanno una buona resistenza ai cicli di accensione/spegnimento. Le luci a LED garantiscono un minimo di classe A e sono quindi l'opzione preferita se si desidera tenere sotto controllo il consumo energetico.

Come misurare la luce

Fino ad una decina di anni fa, le lampadine si sceglievano in base al numero di Watt, che ne misurava la potenza, e tutti abbiamo imparato nel tempo quanta luce emettesse una lampadina da 40 watt rispetto ad una da 60 o da 100. Oggi, misuriamo la luce in lumen.

Il lumen (lm) è l'unità di misura del flusso luminoso di una fonte di luce. Maggiore è il numero di lumen, maggiore sarà l'illuminazione e la sua efficienza. Per convenzione, si parla di emissione luminosa in lumen per watt consumato (lm/W). 

Il colore della luce, invece, è misurato in Kelvin ed è espresso in termini di temperatura da caldo a freddo. Questa temperatura di colore varia da 1.000 K a 12.000 K e offre diverse tonalità di bianco, che vanno dal bianco caldo al rosso, al bianco freddo al blu. Il confine tra tonalità calde e fredde è di circa 6.000 K.

Puoi scegliere la temperatura del colore della tua illuminazione in base alle tue preferenze facendo riferimento al numero di Kelvin descritto nelle caratteristiche del bulbo. I colori più adatti agli interni sono i toni giallo-arancio, corrispondenti a una temperatura di colore tra 2.000 K e 3.000 K. Le lampadine blu, al contrario, sono meno sostenute dall'occhio umano e non sono raccomandate la sera prima per dormire.

Artigianato Fiorentino Lampadari Roma

In un mercato sempre più all'avanguardia, rivolgersi ad un professionista d'illuminotecnica è la soluzione più oculata. Scelte che potrebbero sembrare banali in realtà potrebbero inficiare tanto la riuscita dell’atmosfera immaginata, quanto la spesa che si andrà a sostenere.

Artigianato Fiorentino Lampadari Roma è un'azienda che si occupa di illuminazione da interno e da esterno da oltre cinquanta anni. Il nostro spazio espositivo è di circa 1500 metri e siamo concessionari ufficiali dei migliori marchi d'illuminazione del mondo. 

Vieni a trovarci, siamo a Roma, in Via Ubaldo Comandini, 59 - Uscita 20 GRA - La Romanina, oppure contattaci per una consulenza tecnica, saremo lieti di soddisfare qualsiasi tua richiesta e informazione.

Condividi questo contenuto

PayPal